Start-up e comunicazione

 In Marketing

Ogni anno in Italia vengono registrate alla Camera di Commercio circa 400 mila nuove imprese, con investimenti con investimenti che hanno raggiunto nel 2015 133 milioni di euro secondo il Terzo Osservatorio Start-up Hi-Tech di Milano. Ma qual è il modo più efficace per far sapere ai potenziali clienti e investitori che è nata una start up con un prodotto/servizio innovativo?

Il modo più efficace per far conoscere al consumatore il prodotto/il servizio innovativo è un buon piano di comunicazione!

Nell’80% dei casi la pianificazione e la realizzazione delle azioni di comunicazione sono responsabilità dirette dei titolari, che ricorrono a professionisti e consulenti esterni principalmente per la messa in opera effettiva delle attività scelte.

Si parte con la strategia creativa. Il messaggio deve essere sempre diretto, il più semplice e comprensibile possibile. Dietro a marchi, immagini e presentazioni di prodotti  le imprese veicolano sensazioni, valori, percezioni e stili di vita, per mostrarsi e conquistare i consumatori.

Il consiglio è quello di partire dai 4 asset “portanti” per declinarli a seconda del proprio business:

  •  la reputazione (cioè competenza e distintività della start up e del suo prodotto/servizio);
  •  la fiducia (obiettivi e risultati raggiunti con testimonianze dirette);
  •  il sostegno (aggregare il consenso intorno al proprio progetto di business);
  •  l’argomentazione esclusiva di vendita (sviluppo dei messaggi chiave per trasferire benefici e vantaggi del prodotto/servizio).

Il secondo passo consiste nel far sì che il messaggio porti a un’azione da parte del consumatore  programmando gli obiettivi da raggiungere entro una determinata scadenza e misurando i risultati ottenuti.

Per raggiungere tali obiettivi è necessario declinare i vari messaggi con i diversi mezzi di comunicazione, i driver.

Indispensabili risultano:

  • Naming e payoff. Un naming che rispecchi l’innovatività della tua startup e un payoff che racchiuda l’essenza del proprio business.
  • Logo, professionale ma innovativo.
  • Biglietto da visita e carta intestata, elementi che non devono mai mancare nell’incontro con il cliente.
  • Sito web originale, ottimizzato per i motori di ricerca e ricco di contenuti attraenti.
  • Profili social più utili per poter avere un contatto diretto con i destinatari.

Le neoimprese così raccoglieranno notevoli vantaggi se sapranno investire in una comunicazione prima e dopo la fase di start up con i giusti mezzi e nella maniera più appropriata come il marketing suggerisse.

Recent Posts
CONTATTACI!

Scrivi, ti risponderemo prestissimo!

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search