In Digital Life, Marketing, Modus operandi

L’onestà e la sincerità ci caratterizzano da quando siamo nati come agenzia, per cui non ci spaventa fare un ragionamento aperto, consapevole e corretto.
Tutte le aziende necessitano di un’agenzia di comunicazione?

La risposta franca e schietta è no.

Il perché della risposta va ricercato nella reale mission di un’agenzia di comunicazione: progettare, curare, evidenziare, mettere in atto e seguire tutti i metodi strumentali e i contenuti con cui perseguire l’obiettivo di marketing del cliente.
Obiettivo grande, piccolo, medio, non ha nessuna importanza.

E’ l’obiettivo che conta, per l’agenzia.
Obiettivo, punto di atterraggio, punto di partenza che, inevitabilmente e naturalmente, l’azienda non considera in modo “neutrale”. La neutralità è la chiave per esprimere una creatività strategica utile all’azienda.

Per cui, brutalmente, ma spero apprezzabilmente, chi approccia un’agenzia dicendo cosa vuole e come deve essere fatto, senza sentire ragioni e accantonando con un sorriso di compiacimento le obiezioni, sottovalutando i propri clienti (“non capirebbero”, “non sono pronti”) non ha bisogno di noi, ma magari di una tipografia o di un ragazzetto cantinaro che con due soldi realizza quanto gli viene imposto senza fiatare.

Secondo noi, ogni business è sovrano e tendiamo a trattarlo con i guanti di velluto.
Vorremmo lo facessero anche molti imprenditori. Viceversa, cantinari e tipografi, ecco fatto.
Il “costo” della comunicazione si abbassa, con buona pace di tutti.

E l’investimento?

Beh di quello ne parliamo con chi ha veramente bisogno di noi.

 

 

Recent Posts

Start typing and press Enter to search