In Digital Life

facebook-f8-2016

Anche quest’anno la grande e onnipresente F ci porta una visuale delle novità che ci attendono da qui agli anni futuri, in quello che ormai da social network sta evolvendo in ecosistema.

Nell’abituale format del keynote, Mark Zuckerberg, ceo di Facebook ha illustrato la sua visione degli scenari a venire, dove i trend del momento come intelligenza artificiale, realtà virtuale, e connettività saranno i protagonisti assoluti.

 

Bot e Intelligenza Artificiale: i BOT anche in Messenger; l’intento è quello di trasformare la celebre applicazione in un canale preferenziale soprattutto per le aziende, da poter utilizzare come strumento con cui interagire con i propri clienti.

Per questo motivo è stato sviluppato un sistema di API per i developers e a una nuova piattaforma che si muove in questa direzione. L’intento di facebook a differenza della concorrenza (vedi BOT di Skype pensati per un pubblico consumer), è quello di costruire IA in grado di fornire non solo contenuti automatizzati come aggiornamenti su viabilità e meteo, ma anche comunicazioni personalizzate in linguaggio naturale, ricevute, notifiche ed altro ancora trasformandosi così in nuovi strumenti per il commercio, l’assistenza clienti e anche per i media.

In futuro quindi gli utenti potranno effettuare ordini, consegnare una bolla di lavoro ma anche ottenere notizie personalizzate.

 

Realtà virtuale e aumentata: Facebook Surround 360 ed è un sistema di ripresa al cui interno è montato un sistema di 17 videocamere che, grazie a un avanzato algoritmo permette di fondere diversi spezzoni di video per crearne uno panoramico, il tutto con risoluzioni elevatissime (8k, a 360° e già pronti per la realtà virtuale).

Questo crea la possibilità di offrirne nuovi e più coinvolgenti contenuti, fruibili tramite il sito o attraverso un visore (ricordiamo che fb ha acquisito Oculus nel 2014). L’aspetto più interessante però è che Facebook Surround 360 è un progetto open source, scelta adottata per vedere verso cosa propenderà il mercato.

Connettere il mondo: intento che porterà all’evoluzione dell’azienda nei prossimi 10 anni, staccandosi dalla visione attuale che identifica facebook esclusivamente come social network, ma introducendo soluzioni hardware e software in campi molto distanti dai social.

Per Zuckerberg infatti questo è stato solo il primo stadio di attuazione della vera mission dell’aziendale che è da sempre “connettere il mondo”. In questa visione più ampia che porta il concetto di socialità sostenuto dalla tecnologia a una dimensione più vasta, è normale pensare alle app per la comunicazione, come WhatsApp, Messenger e Instagram.

Social network: infine per quanto riguarda le novità più imminenti e più vicine a quello che conosciamo, ovvero l’introduzione del tasto Salva, che consentirà agli utenti di appuntare articoli, prodotti e video incontrati in giro per il Web, all’interno di un elenco privato nella propria pagina. Questo reminder sarà quindi consultabile da qualsiasi dispositivo. La parte più interessante è negli avvisi per l’utente in alcuni contesti: se ad esempio nella lista c’è un prodotto, riceveremo un messaggio quando questo sarà disponibile in vendita.

 

Quanto separa questi annunci dalla nostra realtà di tutti i giorni? Ricordiamoci che un tempo anche il nostro social preferito non era minimamente nei nostri pensieri, eppure oggi è onnipresente nel bene e nel male. Per quanto questi siano annunci, con tutta probabilità un giorno saranno tutte funzioni a cui saremo avvezzi; è solo da vedere come decideremo di sfruttarle.

Recent Posts

Start typing and press Enter to search