In Out Of The Blue

gimp-18È unanimemente considerato il Photoshop gratuito, e io concordo con questa posizione. La sua storia è antica, considerati i tempi dell’informatica. La prima versione, infatti, uscì nel 1996.
L’evoluzione è stata costante, e dopo una certa quantità di anni da brutto anatroccolo adesso è un bel cigno bianco e forte. Il suo punto debole era sempre stata l’interfaccia, che non era di per sé brutta, ma soffriva inevitabilmente del confronto con Photoshop, un modello difficilmente superabile, considerata la mole di investimenti in termini di sviluppo che Adobe ci investe da decenni.
Ora però bisogna ammetterlo: la UI di GIMP non fa più sentire la mancanza di nulla, neppure a me, che ho sempre provato per l’editor Adobe un affetto speciale. Per quanto riguarda gli strumenti, be’, anche qui nulla da dire: GIMP ha tutto, dagli strumenti avanzati di modifica delle immagini ai filtri e agli effetti. Naturalmente si lavora per livelli, come ogni editor professionale che si rispetti.
Insomma, se ami Photoshop, con GIMP ne avrai un meraviglioso clone completo e gratuito.
Consigliabile soprattutto a chi ha necessità professionali, perché si tratta di un’applicazione che richiede tempo e lavoro perché se ne possano sfruttare le grandi potenzialità.
Scarica GIMP per Mac

Gimp

Ciao Saretta 🙂

Recent Posts

Start typing and press Enter to search