In Digital Life

Non solo Ipsofactory, ma anche Google Cardboard helps people to communicate!

Eh sì, la realtà virtuale può essere utilizzata come strumento per aiutare persone con disabilità intellettiva.

Grazie al progetto Wildcard, la curiosità e l’attenzione nei bambini con disabilità intellettiva vengono stimolate attraverso il visore per la realtà virtuale Google Cardboard, a cui si aggiunge un’applicazione, uno schermo esterno e un’app web.

google-cardboard

google-cardboard

Tramite questi strumenti i bambini possono immergersi e interagire a 360° con le storie mostrate da Google Cardboard, le quali vengono viste anche dai terapisti sullo schermo esterno. L’app web registra tutti i dati relativi alle interazioni del bambino e consente agli educatori di valutare il livello di attenzione e modificare i parametri dell’esercizio a seconda delle capacità di ciascun bambino.

I risultati sono promettenti in quanto i dati raccolti dal software sul livello di attenzione dei bambini mostrano un importante miglioramento dall’inizio alla fine del percorso.

Altro aspetto rilevante è la possibilità di isolare degli elementi comportamentali comuni che consentirebbero di usare in modo più approfondito questa particolare metodologia nella diagnostica.

Questo progetto è un esempio di buon uso della tecnologia ed è stato promosso dal Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano in collaborazione con il centro specializzato nella riabilitazione dei bambini con problematiche intellettive L’abilità Onlus di Milano.

Recent Posts

Start typing and press Enter to search