In Digital Life, Out Of The Blue

La fotografia perde la sua innocenza già molti anni fa: i casi più famosi fanno parte di una ricerca condotta dal Professore Hany Farid del Dartmouth Computer Science Department.

 1860 circa: Il ritratto del Presidente degli Stati Uniti d’America (foto a sinistra) Abraham Lincoln è un’immagine composta dalla testa di Lincoln “montata” sul corpo del politico John Calhoun’s (foto a destra). Teniamo conto che l’immagine è datata 1860 circa e ci mostra uno dei primi fotomontaggi documentati della storia della fotografia.

 

 

1930 circa: Stalin usò abitualmente far rimuovere i personaggi “scomodi” dalle fotografie che lo ritraevano. Il commissario presente nell’immagine originale fu fatto scomparire dopo aver perso la sua stima.

 

 

1937: In questo immagine modificata  Adolf Hitler ha fatto rimuovere Joseph Goebbels (la seconda persona da destra) dalla fotografia originale. Rimane però poco chiaro il perché Goebbels avesse perso la stima di Hitler.

 

 

1942: Per dare l’impressione di un ritratto più eroico, Benito Mussolini ha fatto rimuovere lo stalliere del cavallo dalla fotografia originale.

 

 

Settembre 1971: Il cancelliere tedesco Willy Brandt (la prima persona a sinistra), incontra Leonid Brezhnev (il primo a destra), segretario del partito comunista. I due fumano e bevono, ed è riportato come l’atmosfera fosse cordiale e i due politici ubriachi. La stampa tedesca pubblica una fotografia che mostra le bottiglie di champagne sulla tavola. La stampa sovietica, invece, ha rimosso le bottiglie dalla fotografia originale.

 

Giugno 1994: La fotografia digitalmente alterata di OJ Simpson è comparsa sulla copertina della rivista Time subito dopo l’arresto per omicidio di Simpson. La foto originale compare invece sulla copertina di Newsweek. La rivista Time successivamente è stata accusata d’aver manipolato la fotografia per rendere Simpson più “scuro” e “minaccioso”.

 

 

Novembre 1997: Dopo l’uccisione di 58 turisti in un attacco terroristico presso il tempio di Hatshepsut a Luxor, in Egitto, la rivista svizzera Blick ha modificato la fotografia per far sembrare una scia di sangue che scorre dal tempio quella che nella fotografia originale (immagine a destra) è una pozza d’acqua.

 

Settembre 2000: L’Università del Wisconsin a Madison, sperando di dimostrare la varietà razziale dei propri iscritti, ha modificato digitalmente una fotografia sulla copertina di un’opuscolo inserendo un allievo nero in una folla di tifosi bianchi. La fotografia originale dei sostenitori bianchi è stata scattata nel 1993. La foto dell’allievo di colore è stata realizzata nel 1994. I funzionari dell’Università hanno dichiarato d’aver passato l’estate alla ricerca di un’immagine che fosse rappresentativa della diversità culturale dei propri iscritti, ma senza successo.

 

Aprile 2003: Questa composizione digitale di un soldato britannico a Bassora, che invitava i civili iracheni a restare coperti, è comparsa sulla prima pagina del Los Angeles Times poco tempo dopo l’invasione dell’Iraq da parte dei soldati statunitensi. Brian Walski, un fotografo del Los Angeles Times con oltre trent’anni d’esperienza, è stato licenziato dopo che i suoi redattori scoprirono che il fotografo aveva unito due delle sue fotografie per “migliorare” la composizione.

Agosto 2006: Questa fotografia scattata dal fotografo libanese Adnan Hajj, mostra le spesse colonne di fumo nero che si innalzano dalle abitazioni della sua capitale dopo un raid aereo israeliano. L’agenzia Reuters che aveva inizialmente pubblicato questa fotografia sul proprio portale, l’ha ritirata nel momento in cui si era reso evidente il ritocco subito dall’immagine originale finalizzato a mostrare una maggiore quantità di fumo nero.

 

Agosto 2007: La rivista Paris Match ha modificato questa fotografia del Presidente francese Nicolas Sarkozy rimuovendo alcuni dettagli di imperfetta forma fisica. La rivista si è giustificata dichiarando di essere intervenuta per regolare l’illuminazione sull’immagine, ma che la correzione si è poi enfatizzata in fase di stampa.

 

Febbraio 2008: Questa fotografia di Liu Weiqiang del Daqing Evening News ha vinto il premio come “una delle dieci foto giornalistiche di maggior impatto del 2006”. Una foto che rappresentava la possibile convivenza fra grande industria e natura, pluripremiata e pubblicata da circa 200 quotidiani in tutto il mondo, è in realtà un falso. Il fotogiornalista cinese, confessa e viene licenziato: “il treno era reale e reali erano le antilopi – ha spiegato – ma il momento magico non era scoccato nonostante avessi atteso due settimane”. A quel punto aveva deciso di costruire quel “momento magico” in laboratorio, montando l’immagine di un treno che sfreccia sul viadotto con una che raffigura un branco di antilopi.

Settembre 2008: Questa foto del Governatore Sarah Palin è stata ampiamente diffusa su Internet, poco dopo l’annuncio della Palin come vice candidato presidenziale per la compagine repubblicana. Quasi subito si è capito che la fotografia era composta dalla testa di Palin e dal corpo di un’altra persona.

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search