In Modus operandi, tutorial

Il brief costituisce un punto di riferimento fondamentale nello sviluppo di una campagna di comunicazione.

Dal momento in cui viene condiviso tra cliente e agenzia, il brief diventa il termine di confronto della proposta dell’agenzia, che verrà valutata poi dal cliente in base alla sua coerenza rispetto al brief.

Questo documento rappresenta una vera roadmap di lavoro, pertanto non dev’essere sottovalutato.

Il buon brief:

è completo

contiene obbiettivi definiti in modo preciso

è chiaro

è logico e schematico (usare bullet points, liste numerate, titoletti, grassetti)

è scritto con un linguaggio semplice

 

La struttura tipo dovrebbe comprendere i seguenti punti:

  • Descrizione del progetto: che cosa si richiede all’agenzia
  • Background: informazioni sul prodotto, competitor, andamento del mercato, quale comunicazione è stata fatta in precedenza
  • Obbiettivi: che risultati il cliente si aspetta dalla campagna
  • Target: chi si vuole raggiungere
  • Budget: qual è l’investimento previsto
  • Aspetti tecnici: deadline, linee guida, aspetti burocratici, info legali
Recent Posts

Start typing and press Enter to search