In Digital Life

La libreria font del grafico pubblicitario è un universo spesso molto vasto dove giga di caratteri tipografici si accumulano nel tempo e danno la sicurezza, e in fondo anche l’illusione, di essere pronti ad affrontare qualsiasi sfida grafica il cliente ci sottoponga. Come spesso poi accade, ci ritroviamo a scegliere le font più classiche, quelle storiche e notoriamente più leggibili facendoci così dimenticare l’arsenale di caratteri che abbiamo a disposizione e che useremo al prossimo progetto.

Molte volte capita che l’ispirazione ci colga quando meno ce l’aspettiamo: vedendo un manifesto, sfogliando una rivista o trovando un volantino e in quei momenti la domanda è sempre la stessa “che font è? Assomoglia a un Rockwell ma è diverso” oppure “Sembra un Trade Gothic ma è meno allungato”. In questi casi prediamo lo smartphone e scattiamo con cura la foto di rito che una volta davanti al computer ci permetterà di identificare il carattere che ci ha colpito.

spector-481d379c8afd446dde5a6ce6a54908102-768x512A questo proposito una studentessa del Royal College of Art di Londra ha realizzato un piccolo dispositivo in grado di riconoscere font e colori, si chiama Spector ed è una sorta di Shazam per grafici. Questo piccolo lettore riconosce, copia e memorizza font e colori, prelevandoli da supporti reali; è sufficiente appoggiarlo su una pagina e premere l’unico bottone presente. Spector riconosce e copia non solo il font ma anche il colore, traducendo quest’ultimo negli standard CMYK e RGB, così da avere il punto di colore esatto sia per la stampa che per il Web.

Se poi abbiamo il nostro portatile con noi un plugin consente di importare direttamente la font o i valori del colore memorizzato direttamente in InDesign, applicandoli direttamente al progetto a cui stiamo lavorando. Questo piccolo lettore ad oggi può memorizzare fino a 20 font.
Purtroppo al momento Spector è solo un prototipo quindi non è in vendita, anche se è perfettamente funzionante. E’ bello pensare che un giorno sarà tra gli strumenti che le agenzie mettono a disposizione dei propri creativi e che permetterà loro di fare interagire con un clic il mondo fisico e quello digitale.

Recent Posts

Start typing and press Enter to search